Traduzioni
"La musica triste" di Viktoria Moziaeva
 X X X    

Lontano dal  centro
le viuzze diventano strette e piccole,
la pioggia inzuppa
le case fin troppo vicine fra loro

e quando il maltempo arriva
sommesso, da musica triste
là, dietro le scure finestre
qualcuno rimane alzato a lungo…

 

X X X

In realtà la nostra storia andò diversamente
Dal come l’immaginavo all’inizio.
Noi due dentro una trottola forzata
girata dal destino senza cuore

In realtà le favole si sciolsero velocemente
Come i fiori dopo sboccio perdono freschezza
E la stanchezza come un pesante reggisecchi
Opprime le mie spalle pazienti
 

Sebbene gli uni mi guardarono spettegolando,
gli altri con pietà, commiserando mia sorte.
Perché pensavano profonda sofferenza
La mia piccola ed indifesa gioia
 
X X X

Replicarsi delle frasi sempliciotte,
cambiamenti dell’aspetto e dell’anima…
sembra che la vita sia una poesia
con il punto interrogativo sulla fine.

X X X
 
Non ricordo giorni importanti né le tappe decisive.
Custodisco nitide nel cuore solo queste sensazioni:
Un abbraccio delicato, timoroso
E la stanza silenziosa al mattino
Versi sciolti . Larghi come un vestito
Con le maniche a pipistrello

 

X X X

Pensieri miei, volate via dalla mia mano,
leggeri come una piuma, come un capello sottovento.

Non parlo – con la mia voce bassa
Malgrado sento e distinguo tutto.
Che pianga mio cuore lacrime amare,
Lo lascio piangere, è carico di afflizione.

Ma la tua anima perché taceva, mentre
Volavano in fretta le parole.

 

XXX

Questa notte infinita ha preso il volo
La corrente nei fili non crepita più.
Senza sangue – mi struggo felice

Per il freddo d’autunno che scorre
Dentro di me

Si dimentica questo dolore,
suoni cadono giù spezzettati
Ma rimane l’aurora
Dietro l’ampia finestra.
Ma rimane nell’anima
Il pianto del mio bambino
Là, oltre la Terra
tra il vero e il sogno

Viktoria Moziaeva
Viktoria Moziaeva con il suo primo libro di poesie, intitolato “Sogni irrisolti” uscito nel 1989, rimane da allora una delle voci femminili  più rappresentative della poesia bielorussa.

Lei riesce a farci conoscere un altro tipo di donna moderna, mostrando l’immagine di una donna che aspetta, una donna con una sorta di fluorescenza che non ha niente a che vedere con il lato estetico standardizzato, rievocando (finalmente!) nelle nostre menti sature di perfezione qualcosa di assolutamente normale.

Poesie di Viktoria Mozaeva Login   |   Register
 
Copyright 2007 by LibereCreazioni.net   |  Privacy Statement martedì 21 novembre 2017